Come aumentare la tua autostima in 5 passi5 min di lettura

Il concetto di autostima è strettamente legato con quello della felicità. La persona che coltiva la propria autostima è infatti capace di essere consapevole dei propri pregi e dei propri difetti, e dimostra di essere in equilibrio, a differenza di chi si sottovaluta o sopravvaluta. Da questo equilibrio scaturisce benessere e felicità.

Al contratrio una bassa autostima può causare paure e fobie, gravi difficoltà di relazione con gli altri, ansia e insicurezza, depressione, dipendenza dal giudizio altrui e soprattutto mancanza di realizzazione delle proprie potenzialità.

In questo video trovi i miei personali 4 SUGGERIMENTI per aumentare fin da subito la fiducia in te stesso.

Guarda il video poi torna a leggere:

CHE COS’È L’AUTOSTIMA

Le componenti essenziali dell’autostima sono due:

  1. la fiducia nella propria capacità di pensare, imparare, scegliere e prendere decisioni adeguate
  2. il rispetto di sé, ovvero la convinzione di avere il diritto di essere felici, di essere certi che la realizzazione, il successo, l’amicizia, il rispetto, l’amore e il completo appagamento sono alla nostra portata.

Una buona autostima ci permette di essere in grado di guadagnarci da vivere e di badare a noi stessi, di instaurare e intrattenere rapporti umani, di coltivare relazioni che siano soddisfacenti da entrambe le parti, di avere una capacità di recupero che ci consente di riprenderci dalle esperienze negative e di perseverare nelle nostre aspirazioni.

L’autostima porta resistenza, forza e capacità di ripresa

Una considerazione positiva di se stessi agisce come il sistema immunitario del potere personale procurando resistenza, forza e capacità di ripresa.  –> AGGIUNGI RICERCA SU AUTOSTIMA E SALUTE!

Quando la stima di noi stessi è bassa la nostra capacità di recupero rispetto ai problemi della vita è minore. Erroneamente siamo spinti a fondare la nostra autostima nell’approvazione incondizionata degli altri, nella cultura, nelle ricchezze o nella bellezza, ma ci sbagliamo. Tutto questo non serve!

LEGGI ARTICOLO: Autostima e salute. I fondamenti dell’autostima

 

L’AUTOSIMA PUÒ ESSERE ALLENATA E COSTRUITA

L’autostima prima di tutto può essere allenata e poi costruita; così come spesso prima di una dieta ci misuriamo con qualche privazione non troppo punitiva e poi affrontiamo con decisione il taglio delle calorie, hai bisogno di seguire dei passi prima di giungere all’obiettivo di un’autostima forte e stabile.

Aumentare l’autostima e la fiducia in te stesso non ti rende automaticamente un eroe, ma rappresenta il primo passo per affrontare al meglio le sfide di tutti i giorni e i tuoi obiettivi più ambiziosi.

Una scarsa autostima può rappresentare un enorme ostacolo. Quando smetti di credere in te tesso, nelle tue potenzialità e nelle capacità, il mondo esterno e chi ti circonda inizia a prendere decisioni che invece spetterebbero solo a te.

Non lasciare fare agli altri le tue scelte

La buona notizia è che il tuo livello di autostima non è scritto nei tuoi geni. Non puoi scegliere di che colore sono i tuoi occhi o i tuoi capelli, ma puoi sempre imparare a rispettarti maggiormente, a riconoscere i tuoi limiti e ad apprezzare i tuoi pregi.

 

AUMENTA L’AUTOSTIMA IN 5 PASSI

Se sei arrivato fin qui vuol dire che metterai seriamente in pratica ciò che sto per consigliarti:

1. Cura il tuo aspetto

Ho sempre preferito l’essenza all’apparenza, ma curare te stesso, il tuo aspetto fisico e il modo in cui ti vesti può avere un importante ricaduta positiva sulla tua autostima. A volte, quando ti senti giù di corda e fuori forma, un pò di attività sportiva, una bella doccia e il tuo vestito preferito sono un toccasana per aumentare la fiducia in te stesso. Ricordati sempre che ciò che ti fa sentire bene è qualcosa di personale, non dettato dalle mode del momento, né alimentato da un bisogno di pura apparenza.

2. Ripensati in modo nuovo

Curare il tuo aspetto non solo ti fa sentire meglio ma ti aiuta a creare una nuova immagine di te stesso. Lo sapevi che gran parte del tuo livello di autostima è legato all’immagine che proietti di te stesso nella tua mente? È proprio così!  Il problema è che non sempre questa immagine rispecchia fedelmente la realtà. Spesso, infatti, tendiamo a dar maggior peso ai difetti piuttosto che ai pregi. La buona notizia è che questa immagine non è scolpita nella pietra: può essere modificata. Non si tratta di mentire a te stesso, ma al contrario di equilibrare i tuoi pregi e difetti.

3. Impara a definire i tuoi obiettivi

Un’altra importante componente della tua autostima è legata agli obiettivi che riesci a raggiungere. Spesso non ci riesci a causa di come li definisci. Obiettivi migliori, ossia meglio definiti, possono condurti a risultati migliori e di conseguenza una maggiore autostima. Ricorda che gli obiettivi devono essere prima di tutto personali, e non riguardare qualcosa che pensi di desiderare solo per far contenti gli altri o rispondere alle loro aspettative su di te. Puoi partire anche da piccole cose, che riuscirai a portare a compimento mostrandoti che sei capace di realizzare ciò che desideri. Infine devono essere misurabili, non troppo generici, ma formulati in modo da avere ben chiaro dove vuoi arrivare e in quanto tempo.

4. Scrivi un diario personale

Il più delle volte ricordi benissimo i tuoi  fallimenti e tendi a dimenticare i tuoi successi; per questo motivo un diario personale in cui raccogliere quotidianamente i tuoi pensieri e le tue esperienze (positive e negative), può aiutarti ad avere un’immagine più oggettiva dei risultati che hai raggiunto.

5. Parla lentamente

Il nostro corpo e la nostra gestualità influenzano la nostra mente e viceversa. Prova a parlare lentamente: chi parla in modo fermo e pacato dimostra di avere piena padronanza dell’argomento e di non doversi precipitare per esprimere la propria opinione.

 

Riferimenti

Zampone F., Migliora la tua autostima, Giunti, 2016

Leave your thought