Shopping di Natale: sconfiggi l’ansia da regalo in 5 mosse4 min di lettura

Ogni anno è sempre la stessa storia! “Questa volta mi muovo in anticipo, non voglio arrivare con l’acqua alla gola facendo i regali di Natale all’ultimo secondo, come l’anno scorso!“. Per il 61% degli  italiani infatti, la rincorsa al regalo è una reale forma di stress, che comincia allo spuntare delle prime lucine natalizie nelle strade della città, con i primi babbi natale sulle vetrine dei negozi.

In questi casi, in una remota parte del nostro cervello, si accende l’ALLARME REGALO, e da quel momento inizia un’infinita ruminazione sul regalo perfetto che coniughi l’idea giusta con quella più economica.

In fondo, il Natale rappresenta un’occasione per manifestare il nostro affetto o la nostra riconoscenza verso coloro che ci sono stati accanto durante l’anno, che hanno condiviso con noi piaceri e dissapori, oppure, semplicemente, per far sapere a qualcuno che è importante per noi e che ha un posto nel nostro cuore.

regalo

A Natale tutto questo viene simboleggiato da un regalo, un dono.

LEGGI ANCHE: Arriva il Natale. Scopri cosa regalare grazie alla psicologia del regalo

 

Purtroppo però questa bella esperienza rischia di diventare una reale fonte di stress, se vissuta in maniera rigida o ansiosa.

Che faccia farà mia moglie quando scarterà il regalo?
Non costerà un po’ troppo?
Ho girato tutti i negozi possibili ma non ho trovato niente che vada bene per lui!

Questi sono i dubbi più frequenti che ci assalgono quando cerchiamo un regalo e che guastano lo shopping di natalizio.

Le statistiche indicano che il 61% degli italiani soffre della cosiddetta “ansia da regalo”.
È quanto emerge da un’indagine online promossa da Found! su come gli italiani vivono le fasi della ricerca e dell’acquisto dei regali di Natale.

 

I dati della ricerca

La ricerca è stata svolta attraverso una metodologia WOA (Web Option Analysis) che monitora l’attività online sui maggiori social network, blog e siti di acquisto online.
Ciò che emerge dall’indagine è che sono gli uomini a soffrire maggiormente di “ansia da regalo” (71% rispetto alle donne, che sono “solo” il 51%) e ad incontrare maggiori difficoltà nella fase di scelta, non sapendo bene quale regalo fare (80%). Con l’età l’ansia passa. A livello anagrafico, infatti le più ansiose sono le persone tra i 30 e i 40 anni (75%) mentre gli adulti nella fascia d’età che va dai 50 ai 60 anni sono meno soggetti a questa problematica (33%).

Il livello di stress percepito per i regali di Natale cambia sul territorio nazionale. Gli italiani più stressati sono al Nord (63%), poi viene il Centro (60%), fino a giungere a Sud (57%).

Gli studiosi si sono chiesti anche cosa fanno gli italiani quando hanno l’ansia da regalo?

Il campione di questa indagine (1800 individui) mette in campo diverse strategie:

  1. il 50% delega l’acquisto al partner o ad un familiare, scaricando su di un altro tutta la fatica e la responsabilità della scelta;
  2. il 31% afferma preventivamente di non voler ricevere alcun regalo, così da non sentirsi poi “obbligato” a ricambiare;
  3. il 19% infine trova scuse di ogni genere, come la carenza di denaro o la mancanza della taglia giusta, per coprire dimenticanze imbarazzanti o gaffes natalizie.

Lo psichiatra Michele Cucci, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano, afferma:

“La ricerca spasmodica dei regali può essere un fattore di stress. Anche qui subentrano il tema delle aspettative e di una sorta di psicosi collettivail regalo sembra diventare un mantra, il fulcro della festività, pesante come una scadenza importante di un progetto lavorativoSiamo troppo condizionati dal dover fare qualcosa che dovrebbe rappresentare un piacere anche per chi lo fa, il piacere di pensare all’altro, empatizzare con lui per cercare di capire cosa gli piacerebbe, sentirci vicini a lui“.

Vinci l’ansia da regalo in 5 mosse

1. Il regalo perfetto non esiste

Spesso commettiamo l’errore di identificarci con il regalo stesso: questo, infatti, non simboleggia più il “donare”, ma determina quanto siamo in sintonia con quella persona (magari il nostro partner). Per questo la ricerca del regalo perfetto crea l’ansia da prestazione.

2. Limita lo stress

Il regalo dovrebbe essere un piacere anche per chi lo fa, non solo per chi lo riceve. Perciò se ti accorgi che stai rimuginando troppo e che l’idea del regalo rappresenta un pensiero fisso, cambia atteggiamento. Ricorda che a volte basta empatizzare un po’ con l’altro per capire cosa potrebbe fargli piacere.

3. Non voltarti indietro

La ruminazione delle idee, “pensare e ripensare.. su un pensiero” o su una decisione già presa, è il pericolo numero uno che genera dubbi, e i dubbi generano ansia. Se per quella persona ti è venuta istintivamente un regalo da fargli, non voltarti indietro. Ricorda che le tue intuizioni sono più produttive di tanti ragionamenti.

4. Stupisci tutti

I regali di successo non sono quelli più costosi ma quelli originali. Fondamentale è ricordarsi cosa si è regalato negli anni passati per non cadere in imbarazzanti repliche che possano offendere e generare malessere e malcontento nella relazione. Cerca su internet, guardati intorno, parti dai tratti originali di quella persona e vedrai che l’idea giusta arriverà più facilmente.

5. Il Natale è magia

L’ultimo suggerimento da non sottovalutare: il modo con cui tu stesso vivi il Natale sarà determinante nel modo di vivere la ricerca dei regali e il momento della loro consegna. Chiudi gli occhi e torna indietro nel tempo, quando scartavi da bambino i regali sotto l’albero. Ti piaceva, vero? Era eccitante? Bene! Ricrea lo stesso entusiasmo e vivi di nuovo la magia del Natale!

Riferimenti

http://salute.ilmessaggero.it/ricerca/natale_ansia_regalo-1398833.html

http://www.elle.it/shopping/news/a1259696/ansia-regali-natale-consigli/

Leave your thought