Trasforma i tuoi blocchi in blocchi di partenza. 5 semplici consigli per cambiare davvero3 min di lettura

Molto spesso si desidera cambiare qualcosa, scegliere qualcosa di diverso da quello che si aspettano gli altri. Ciò nonostante, pur volendo il cambiamento, non riusciamo ad attuarlo nella nostra vita. Perché? Cos’è che ci blocca?

Molti cercano la felicità nella vita eppure non tutti cercano di essere felici.

Penso che la felicità non sia un punto di arrivo ma una mentalità con cui affrontare ciò che ci succede. E questo implica mettersi in gioco, prendersi la responsabilità della propria vita e della propria felicità. Spesso ci blocchiamo pensando che il cambiamento richiederà certamente troppo tempo o che ormai è troppo tardi per modificare quella situazione o brutta abitudine.

Secondo Milton Erickson ce ne vuole molto meno di quello che hai impiegato per “ammalarti”. Sono proprio d’accordo con questo. E credo fermamente che il cambiamento sia possibile.

Ti lascio 5 semplici punti base da tenere a mente per realizzare il tuo cambiamento.

Cambia te stesso, non gli altri

Spesso si nota con chiarezza che se l’altro cambiasse qualcosa del suo modo di essere anche la propria vita sarebbe più felice e, talvolta, è vero. In realtà, questo modo di pensare non è utile, è un modo per deresponsabilizzarsi e può essere usata come scusa per non crescere e cambiare. Ognuno ha la responsabilità e la libertà di agire sul proprio comportamento e, spesso, il modo più veloce per cambiare gli altri è cominciare a cambiare se stessi.

 

Fatti questa domanda

E’ importante e utile essere in contatto con se stessi. Nessuno può fare delle scelte al posto di qualcun altro, neanche lo psicologo. Il mio consiglio per chi vuole davvero cambiare è di chiedersi innanzitutto: “Sono disposto a lasciare andare ciò che mi ha fatto ammalare?”

 

Prenditi del tempo

Per tanto tempo nella tua vita hai fatto probabilmente qualcosa che non ti rendeva felice. Non è realistico pensare che il cambiamento avvenga in un giorno. Prenditi il tempo necessario per attuare un cambiamento. E se stai già facendo un percorso psicologico non interrompere troppo presto. Concediti l’opportunità di creare le condizioni per il cambiamento.

 

Impegnati

A volte si trascorre più tempo a parlare dei propri problemi che ad agire concretamente per risolverli o cambiare qualcosa nell’ affrontarli. Una volta capito cosa si vuole è importante mettere in pratica quei comportamenti. Anche chi svolge un percorso con uno psicologo dovrebbe sapere che lo psicologo non ha una bacchetta magica che gli cambierà la vita e che più importanti di quei 50 minuti di seduta è ciò che avviene nei giorni che passano tra una seduta e l’altra. Più tempo e impegno dedicherai alla tua felicità, prima romperai i vecchi schemi e attuerai nuovi comportamenti.

 

Inizia oggi

Talvolta capita di aspettare di sapere esattamente cosa fare e come farlo e, soprattutto, di attendere il “momento giusto”. Molto spesso sono scuse che proteggono dalla paura di fallire ma anche dalla possibilità di crescere e cambiare davvero. L’unico giorno in cui puoi agire è sempre oggi.

 

BUONA PARTENZA

 

Riferimenti

Stewart, Joines, L’analisi tranazionale, Garzanti, 1987

Nardone, Watzlawick, L’arte del cambiamento, Tea, 1990

 

Leave your thought