VACANZE SENZA STRESS: COME STACCARE LA SPINA MENTALE E ANDARE IN FERIE2 min di lettura

Ciao Mente Libera 🙂 
Aspettiamo tutto l’anno le ferie, e quando finalmente arrivano rischiamo che stress e tensioni accumulate durante l’anno ce le guastino in un attimo.

Ogni volta che penso alle vacanze mi torna in mente la frase di Robert Orben: 

Essere in vacanza è non avere niente da fare e avere tutto il giorno per farlo.

Ecco allora alcuni semplici consigli su come trarre il massimo del riposo delle tue vacanze e andare finalmente in ferie.

 

>> Prima di proseguire con la lettura, guarda il video

 

Prima di tutto sii paziente con te stesso se non riesci fin da subito a rilassarti e a goderti il riposo. Ricorda che in fondo hai trascorso gli ultimi 10-11 mesi dell’anno a sbrigare attività ad un ritmo spesso molto frenetico senza molte occasioni di ripresa.
Questo stile di vita ha prodotto dei comportamenti che si sono sedimentati nel tuo vissuto quotidiano, dagli orari di sonno/veglia, alle abitudini alimentari.

Insomma, “staccare la spina” è solo un modo di dire; la verità è che abbiamo bisogno per ri-abituarci ad un nuovo ritmo di vita, e ciò richiede del tempo.

 

Quanto tempo ci vuole per rilassarsi?

Secondo alcuni studi, una vacanza dovrebbe durare almeno 8 giorni . Questo sarebbe il tempo minimo, necessario al nostro cervello, per incrementare la produzione degli ormoni legati al relax e quindi per farci sentire più riposati e rilassati.

 

Quali sono i nemici numeri 1 delle nostre vacanze?

Sono principalmente 2.

1. Il senso di colpa. Infatti, ciò che nuoce seriamente alle nostre vacanze è considerare il tempo libero che abbiamo a disposizione come un tempo ‘passivo’, in cui non si fa nulla e non si pensa a nulla. “Un ozio che fa male”, e in una societĂ  frenetica e impostata sul lavoro h24 come la nostra, non è una reazione che ci deve sorprendere troppo.

Eppure ricordatevi che non è così! Le ferie al contrario – come afferma il presidente dell’Ordine Nazionale degli Psicologi, Fulvio Giardina – “possono essere un tempo molto attivo, un tempo cioè che favorisce le relazioni umane, per stare con gli amici e le persone a cui vogliamo bene, o per prenderci cura del nostro benessere fisico”.

2. Un altro pericoloso nemico che insidia il benessere delle nostre vacanze è l’uso dei dispositivi digitali.
Gli effetti del “bombardamento digitale” sul nostro cervello, sono stra-documentati da tantissime ricerche che mostrano l’effetto negativo che Tablet, PC e Smartphone hanno sui nostri livelli di attenzione, sui disturbi del sonno e sui disturbi emotivi.

Perciò per riuscire a rigenerarti e a godere finalmente le tue vacanze sembra proprio fondamentale prevedere un pò di disintossicazione digitale per noi e per le persone che ci circondano.

Leave your thought